Home

   

Dionisi

Proprietà

Contatti

 

Proprieta in vendita in
Poggio bustone

Seleziona area

Paese:

Regione:

Provincia:

Comune:

Poggio Bustone

Acquisti
In auto
Da Nord
Autostrada A1 Firenze-Roma, uscire al casello di Orte, proseguire lungo la superstrada Orte-Terni e successivamente in direzione Rieti lungo la SS 675 o lungo la SS79
Autostrada A1 Firenze-Roma, uscire subito dopo la barriera di Roma-Nord a Fiano Romano e proseguire sulla SS4 Salaria in direzione Rieti
Da Sud
Autostrada A1 Napoli-Roma, prendere all'altezza di San Cesareo la deviazione per la bretella di ricongiungimento all'autostrada A1 Firenze-Roma in direzione Roma; uscire al casello di Fiano Romano e proseguire sulla SS4 Salaria in direzione Rieti.
Da Est
Autostrada A24 Roma-L'Aquila-Teramo, uscire al casello Valle del Salto, poi proseguire lungo la SS 578 in direzione Rieti.

Da Terni
Seguire la S.S.79 in direzione di Rieti.
Posizionato all? estremo limite nord della conca reatina, Poggio Bustone è sicuramente uno dei paesi più solari d? Italia,il sole lo illumina infatti dal suo sorgere fino al suo tramonto;tramonti spesso indimenticabili, con il rosso corpo celeste che sembra trattenersi volentieri dietro i monti Sabini. Spettacolo parimenti suggestivo è quello che da qui si gode quando la nebbia scende sulla valle reatina tanto da sembrare un immenso mare bianco.
Le prime notizie su Poggio Bustone compaiono agli inizi del XII sec. Nel 1117 il vir illustrissimus Berardo,della famiglia dei conti dei Marsi, donò all?abbazia di Farfa sia il castrum che il podium Bastonis, l?abitato infatti era costituito da un insediamento fortificato doppio. Il possesso da parte dell?Abbazia dovette durare molto poco dal momento che con la conquista normanna i due insediamenti furono inglobati nel regno meridionale fino all?ultima parte del XII sec. quando fu compreso stabilmente nel contado del territorio latino. Le citazioni documentarie del paese dal XIII al XIX sec. sono invece scarse e notizie indirette possono essere dedotte dalla storia della vicina Rieti e prevalentemente si riferiscono alle annose controversie di confine tra il Regno di Napoli e lo Stato della Chiesa,quindi tra Cittaducale e Rieti che ne erano i capisaldi.
La storia contemporanea di Poggio Bustone vede invece il paese protagonista della lotta partigiana e bersaglio di una terrificante rappresaglia anti-fascista che, nell?aprile del ?44, portò morte e distruzione ma, a seguito della dimostrazione di coraggio da parte della popolazione, permise al paese di venir insignito di medaglia d?argento al valore.
Il convento di S.Giacomo:
Terzo dei santuari francescani della conca reatina il convento fu fondato tra il 1235 ed il 1237 e venne costruito sul pendio della montagna presso il romitorio ove abitò S.Francesco nel 1208 quando giunse per la prima volta in questa valle.
Il complesso è preceduto da un portico dal quale si accede alla chiesa, che, a navata unica con tetto a capriate e presbiterio a crociera ,possiede al suo interno una notevole tavola quattrocentesca con la Sacra Famiglia.
Nel chiostro ,che del primitivo impianto conserva solo un lato con colonnine ottagonali ,sono visibili quattordici lunette raffiguranti Storie della vita di S. Francesco ed un immagine della Madonna col Bambino di scuola senese del XV sec.

Per maggiori informazioni
Orario delle visite
Tel.0746/688916

Porta del Buongiorno
L?arco del buongiorno , prospiciente la piazza Regina Elena ,con fornice ogivale ad occidente e a tutto sesto ad oriente,scandito da andito con volta a botte ,vide l?ingresso in paese ,secondo le più accreditate ipotesi,di S. Francesco e compagni nel 1208 che nell?attraversarlo, salutarono la popolazione con quel cordiale ?Buon giorno, buona gente? da cui il nome deriva.
Per ricordare l'arrivo del Santo, ogni anno il 4 ottobre viene rievocato lo storico saluto. Il sindaco del paese accompagnato da un tamburino bussa a tutte le porte augurando il Buongiorno.
La Valle Santa
Da Roma alla Valle Santa Reatina, meno di cento chilometri lungo la più antica delle vie consolari, la Salaria, per un itinerario non usuale, ma capace di destare in chi lo percorre le più ricche suggestioni spirituali.
La visita di rito è quella dei quattro Santuari Francescani: Fonte Colombo, la Foresta, Greccio e Poggio Bustone; Santuari che scandiscono l'anfiteatro della "Conca Reatina", così da formare, come è stato osservato, un ideale segno di croce che costituisce la vera e propria sigla di S. Francesco.

I quattro Santuari rappresentano infatti le tappe fondamentali per un pellegrinaggio che ci conduce sulle orme di S. Francesco, il Santo che più di tutti ha sentito l'esigenza di farsi uomo tra gli uomini, di comprendere ogni manifestazione della natura e di scorgere in definitiva, l'impronta divina di ogni aspetto della realtà. Testimonianza di queste verità sono i romitaggi e i conventi nei quali la traccia della sua presenza sembra essersi impressa nella natura stessa dei luoghi.

Il Terminillo
Il gruppo del Terminillo è il più importante dei quattro in cui si può dividere l'intera catena dei monti Reatini, sia per l'aspetto alpinistico e sciistico che per le caratteristiche di flora e di fauna. Esso è costituito da un complesso di cime separato da profonde valli ed eleganti creste. Ad Est il fiume Velino lo divide con una profonda gola dal Monte Giano, e continuando il suo corso ne delimita tutto il versante Sud, mentre ad Ovest è limitato dalla pianura di Rieti e dal vallone di Lisciano fino alla sella di Cantalice, a Nord infine dalla pianura di Leonessa.
La storia di questa montagna ha inizio nella seconda metà del XIX secolo. Nel 1901 fu iniziata la costruzione del rifugio Umberto I ad opera dello Sci Club Roma che fu completata nel 1903. Nel 1927 nasce lo Sci Club Rieti che agli inizi degli anni 30, realizza in Pian de' Valli, la capanna Trebbiani. Fu Mussolini che dette impulso alla realizzazione della strada e, quindi, alla costruzione del complesso abitativo Pian de' Valli. L' apertura della strada che ancora oggi, si snoda sullo stesso tracciato, riscosse subito un grande successo turistico ed il Terminillo divenne la "Montagna di Roma".
Attualmente il Monte Terminillo è tra le stazioni turistiche invernali ed estive più importanti e meglio attrezzate dell'Italia Centro Meridionale. Tra i 1500 e i 2100 mt. di quota sono dislocati una funivia, 3 seggiovie e 9 skilift che servendo circa 40 km di piste da discesa, di cui tre omologate anche per gare internazionali, consentono un sicuro divertimento sia al principiante che allo sciatore più esperto. Dispone di maestri qualificati che operano in varie scuole di sci. Tra i 1500 e i 1600 mt di altitudine sono disponibili 26 Km. di piste per lo sci di fondo. A 2,5 Km. dal centro di Pian dè Valli ha inizio l'alto piano dei ?Cinque Confini?, dove diverse piste si diramano tra suggestive faggete e piccole valli, con percorsi di varia lunghezza e difficoltà. Alberghi di diverse categorie, un moderno Palazzo dei Congressi, un Ostello per la Gioventù, il Rifugio del CAI, numerosi appartamenti.

Nel territorio di Poggio Bustone ricade una parte della Riserva Naturale Parziale dei laghi Lungo e Ripasottile.
La riserva è stata istituita il 17 giugno 1985 con L.R. n 94 e si sviluppa su un?area totale di 3278 ettari di cui ben 400 appartengono alle acque.
La sua organizzazione si avvale di sentieri escursionistici :pedonali,ciclabili ed equestri ,di sentieri a carattere didattico con stazioni di sosta e punti di osservazione ;di zone riservate ai pic-nic; di un museo; di un campeggio;di più parcheggi auto?
La tendenza paesana al perfetto connubio cibo-territorio é tutt?oggi non certo sopita.
La tradizione culinaria del paese si distingue innanzitutto per la porchetta, tra le più richieste d?Italia, poi per le specialità essiccate,per i piatti della pasta e infine per i dolci,tutte proposte nelle quali rifulge la genuinità degli ingredienti e l?elaborazione artigianale e domestica delle pietanze.
Ancora oggi le massaie, orgogliose di svolgere un importante ruolo in cucina ,preparano paste fatte in casa come Pappardelle,Gnocchi,Tagliolini,anche se il piatto storicamente più rappresentativo tra queste è quello dei Sagnocchi alla poiana.
Locanda francescana
Via francescana n13
Tel. +39-0746-688688

Villa Tizzi
Loc.Villa Tizzi n4
Tel. +39-0746-688956

Agriturismo Il Poeta
Loc. Poeta
Tel. +39-0746-653044
Casa per vacanza Francescano
Via Cavour n16
Tel.0746/688988

Casa per vacanza La residenza del sole I e 2
Via di ponte Crispolti snc. Loc.S. Pietro
Tel.0746/497742

Casa per vacanza San Giacomo
Via S.Giacomo n2/b
Tel.347/0373491

Copyright © 2005 & Powered by Galaxy Technology S.r.l.
Sponsored by Dionisi Property Search Ltd